Chi Siamo
Nel 2009, in ossequio a direttive regionali tese a valorizzare le piccole medie attività commerciali dei centri cittadini, viene costituito il Distretto Urbano del Commercio di Varese che opera attraverso l’Associazione IN VARESE. - CONTINUA -

Chi Siamo

Nel 2009, in ossequio a direttive regionali tese a valorizzare le piccole medie attività commerciali dei centri cittadini, viene costituito il Distretto Urbano del Commercio di Varese che opera attraverso l’Associazione IN VARESE. All’Associazione partecipano il Comune di Varese, UNIASCOM Unione Associazione Commercianti della Provincia di Varese, Confesercenti Varese e le altre principali Associazioni di categoria cittadine. L’Associazione opera per lo sviluppo di azioni di marketing funzionali alla valorizzazione degli operatori commerciali presenti nell’area distrettuale coincidente con il centro cittadino e di interventi integrati e di sistema dedicati alla clientela del Distretto. In occasione di eventi e manifestazioni organizzate sul territorio, svolge attività finalizzate alla promozione delle realtà commerciali e degli esercizi pubblici cittadini ed a favorire l’incoming di flussi turistici fornendo servizi di informazione, anche con moderne soluzioni tecnologiche . Intende porre inoltre attenzione ad un miglioramento dell’estetica e del decoro degli spazi destinati al commercio, al sistema di governo dei flussi di accesso alle zone del Distretto, nonché ad interventi a favore della sicurezza.

Info
Distretto del Commercio InVarese
Via Sacco, 5
21100 Varese (VA)
Tel.: 0331234567
Fax: 0331234567
Email: info@varesesmartcity.com
Scrivici
ITA ENG @
CASTELLO DI MASNAGO - CIVICO MUSEO D'ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA

Via Cola di Rienzo, 42, 21100 Varese

Il Castello di Masnago è un complesso architettonico vario e frutto di stratificazioni di epoche diverse: al Medioevo appartiene la torre, elemento primitivo del castello; quattrocentesco, invece, è il corpo di fabbrica che ad essa si appoggia, famoso per i suoi splendidi interni affrescati; di definizione più recente, sei-settecentesca è, infine, l'ala che, inseritasi sulle preesistenti strutture del fortilizio medievale, conferisce all'impianto, un tempo difensivo, l'aspetto di una vera e propria dimora di campagna. Riscontri documentari confermano che il castello nel XV secolo era di proprietà della famiglia Castiglioni, originaria di Castiglione Olona. La presenza di tale famiglia a Masnago è documentata sin dal 1422e prova ne sono anche gli stemmi della casata che appaiono negli affreschi. I Castiglioni continuarono ad abitare il castello tra il XVI e il XVII secolo e nel Settecento il castello diventa luogo di villeggiatura estiva della famiglia. Nel 1934 venne venduto al varesino Angelo Mantegazza. Ereditato dalla famiglia Panza negli anni '60, è stato dalla medesima ceduto al Comune di Varese nel 1981 che lo ha adibito a Museo d'arte moderna e contemporanea in una chiave fortemente caratterizzata dagli indirizzi pittorici lombardi moderni (Hayez, Bertini, Cremona, Ranzoni, Pellizza da Volpedo, Balla, Piccio, Piero Chiara). Negli ultimi anni il Museo ha potuto aggiungere al proprio patrimonio espositivo anche significativi lavori di alcuni tra i maggiori protagonisti della contemporaneità: da Legnaghi a Veronesi, da Fontana a Baj, da Peverelli a Valentini, da Guttuso a Bendini; e ancora Valentini, Bodini, Sangregorio, Cassani, Olivieri, Ghinzani, Varisco, Dadamaino, Morandini, Tadini, Benati, Vaccari. Il Castello di Masnago è noto soprattutto per i cicli di affeschi databili intorno alla metà del 1400, ospitati nella Sala degli Svaghi e nella Sala dei Vizi e delle Virtù. Gli affreschi si collocano nella tradizione del Gotico Internazionale, stile diffuso tra la fine del 300 e la metà del 400 nelle corti di tutta Europa ed in Italia. 

/ Letta 2498 Volte