Chi Siamo
Nel 2009, in ossequio a direttive regionali tese a valorizzare le piccole medie attività commerciali dei centri cittadini, viene costituito il Distretto Urbano del Commercio di Varese che opera attraverso l’Associazione IN VARESE. - CONTINUA -

Chi Siamo

Nel 2009, in ossequio a direttive regionali tese a valorizzare le piccole medie attività commerciali dei centri cittadini, viene costituito il Distretto Urbano del Commercio di Varese che opera attraverso l’Associazione IN VARESE. All’Associazione partecipano il Comune di Varese, UNIASCOM Unione Associazione Commercianti della Provincia di Varese, Confesercenti Varese e le altre principali Associazioni di categoria cittadine. L’Associazione opera per lo sviluppo di azioni di marketing funzionali alla valorizzazione degli operatori commerciali presenti nell’area distrettuale coincidente con il centro cittadino e di interventi integrati e di sistema dedicati alla clientela del Distretto. In occasione di eventi e manifestazioni organizzate sul territorio, svolge attività finalizzate alla promozione delle realtà commerciali e degli esercizi pubblici cittadini ed a favorire l’incoming di flussi turistici fornendo servizi di informazione, anche con moderne soluzioni tecnologiche . Intende porre inoltre attenzione ad un miglioramento dell’estetica e del decoro degli spazi destinati al commercio, al sistema di governo dei flussi di accesso alle zone del Distretto, nonché ad interventi a favore della sicurezza.

Info
Distretto del Commercio InVarese
Via Sacco, 5
21100 Varese (VA)
Tel.: 0331234567
Fax: 0331234567
Email: info@varesesmartcity.com
Scrivici
ITA ENG @
VILLA TORELLI MYLIUS

Le origini di Villa Torelli-Mylius e del parco circostante risalgono al XVIII secolo. A quel tempo il sito apparteneva all'istituzione religiosa dei Padri Gesuiti di Varese ed era destinato alla coltivazione del suolo e alla pastorizia. Nel 1773, l'ordine religioso fu espropriato della proprietà dall'autorità politica: parte del terreno fu donato al duca Francesco III d'Este Signore di Varese; un'altra area fu invece aggiudicata ad un notabile del tempo, Francesco Torelli. Nel 1902, i Torelli vendettero il fondo al cav. Giorgio Mylius: il nuovo proprietario eliminò ogni residuo di stampo rurale e provvide ad un definitivo abbellimento della villa. Alla sua morte, la proprietà passò ad una cospicua schiera di eredi che, nel 1946, la vendette all'industriale varesino Achille Cattaneo, per poi essere donata, nel 2007, al Comune di Varese, che ha aperto il parco al pubblico nel luglio del 2008. Per quanto riguarda il giardino, la sua evoluzione vide un susseguirsi dei gusti e degli stili tipici dei vari periodi storici. All'inizio dell' '800, l'ampia terrazza naturale antistante la villa assunse l'aspetto di un parterre all'italiana, con vasi di agrumi e statue di figure mitologiche. L'intero giardino subì una profonda ristrutturazione nel 1903, divenendo un autentico giardino paesaggistico di 20.000 mq. Ancora oggi è riconoscibile questa impostazione proto-novecentesca, all'interno della quale spiccano importanti esemplari arborei, isolati o in gruppo, di querce, aceri, salici, faggi e sequoie. 
http://panel.varesesmartcity.com/allegati/cosavedere/files/parchi_mylius.pdf

/ Letta 2234 Volte